Farmaci che possono causare la caduta dei capelli

0
4166

La caduta dei capelli o alopecia è un qualcosa che sia gli uomini che le donne potrebbero sperimentare durante la loro vita a seguito di problemi di salute di vario tipo, di una predisposizione genetica ed anche per l’uso di alcuni farmaci.

Alcune forme di caduta sono temporanee mentre altre come quelle legate all’alopecia androgenetica sono di tipo permanente.

Farmaci ed alopecia: che relazione esiste?

La caduta dei capelli è un effetto collaterale piuttosto comune di molte medicine. Nella maggior parte dei casi i farmaci provocano solamente una caduta temporanea ed i capelli persi si recuperano una volta modificata la posologia d’assunzione o dopo la sospensione totale della stessa.

I farmaci sono in grado di danneggiare i follicoli capillari interrompendone il ciclo di vita in diverse fasi.

Si possono verificare due forme diverse di caduta.

Una è il telogen effluvium, in parole povere una caduta di tipo temporaneo che si verifica nella fase di riposo del follicolo,

L’altro tipo di caduta spesso causata dai farmaci è l’anagen effluvium. Questa è una caduta di più lungo termine e spesso comporta miniaturizzazione o caduta anche dei peli del corpo, includendo ciglia e sopracciglia. L’anagen effluvium si verifica durante la fase di “ricrescita del capello”

Quali farmaci possono causare caduta dei capelli?

Vi elenchiamo delle categorie di farmaci che possono avere come effetto collaterale la perdita di capelli

Vitamina A

Dosi elevate di vitamina A e l’uso di farmaci da essa derivati possono portare a caduta di capelli.

Farmaci per la cura dell’acne

Alcuni tipi di farmaci per la cura dell’acne derivati dalla vitamina A come isotretinoina (Roaccutan,Aisoskin,Isoriac) e tretinoina (Airol, Vesanoid) possono causare calvizie. Questi farmaci possono provocare altri effetti collaterali severi, quindi, potrebbe essere una buona idea discutere con il vostro dermatologo delle opzioni alternative.

Antibiotici

Alcuni tra gli antibiotici per i quali è richiesta la ricetta medica possono produrre come effetto collaterale la miniaturizzazione dei capelli. Gli antibiotici possono ridurre severamente i livelli di vitamina B e di emoglobina il che affetta severamente il ciclo di crescita del capello. Quando l’emoglobina è bassa il rischio è quello di soffrire di anemia e di conseguenza si manifesta perdita di capelli. È stato provato come livelli normali di vitamina B siano critici per mantenere sani i nostri capelli.

Antimicotici

Alcuni antimicotici utilizzati per trattare infezioni fungine possono condurre ad una perdita di capelli in alcune persone. Il farmaco antimicotico a base di voriconazolo (nome commerciale Vfend) è stato in alcuni studi associato ad alopecia negli utilizzatori.

Anticoagulanti

Alcuni farmaci anticoagulanti come l’eparina e la warfarina sono utilizzati per diluire il sangue e prevenire coaguli ed altri problemi soprattutto nelle persone che soffrono di patologie cardiache.

Questi farmaci possono causare una caduta di capelli che inizia solitamente dopo 3 mesi dall’inizio dell’assunzione.

Farmaci per ridurre il colesterolo

Alcune statine, utilizzate per ridurre i livelli di colesterolo nel sangue come la simvastatina (nome commerciale Zocor o Sivastin) e l’atorvastatina (Torvast) possono provocare alopecia.

Immunosopressori

Alcuni farmaci immunosoppressori utilizzati per trattare disordini autoimmuni come il lupus e l’artrite reumatoide possono provocare caduta dei capelli. Tra questo citiamo ad esempio il metotrexato, la leflunomide (nome commerciale Arava) la ciclofosfamide (Endoxan) e l’etanercept (nome commerciale Enbrel)

Anticonvulsivanti

È stato riscontato come alcuni farmaci utilizzatori per prevenire le convulsioni come quelli a base di acido valproico (Depakin) e di trimetadione (Tridione) possano in alcuni soggetti provocare una perdita di capelli consistente.

Antipertensivi

I betabloccanti (β-bloccanti) sono una classe di antipertensivi utilizzati per il trattamento dell’ipertensione, specie se associata a: aritmie cardiache, angina pectoris, scompenso cardiaco.

Sono stati segnalati casi di alopecia provocata dall’uso dei seguenti betabloccanti:

  • Metoprololo (nome commerciale Lopresor / Seloken)
  • Timololo (nome commercial Blocadren)
  • Propranololo (nome commerciale Inderal)
  • Atenololo (nome commerciale Tenormin)
  • Nadolololo (nome commerciale Corgard)

Gli ACE inibitori possono a loro volta portare a miniaturizzazione dei capelli, tra questi citiamo:

  • Enalapril (nome commerciale Naprilene o Enapren)
  • Lisinopril (nome commerciale Prinivil o Zestril)
  • Captopil (nome commerciale Capoten)

Antidepressivi e stabilizzanti dell’umore

Alcuni farmaci usati per la cura della depressione e come stabilizzatori dell’umore hanno la caduta dei capelli come effetto collaterali, tra questi:

  • Paroxetina cloridrato (nome commerciale Dropaxin o Stiliden)
  • Sertralina (nome commerciale Zoloft)
  • Protriptilina (nome commerciale Vivactil)
  • Amitriptilina (nome commerciale Laroxil)
  • Fluoxetina (nome commerciale Prozac, Fluoxerene)

Farmaci per la gotta

Alcuni farmaci per curare la gotta come quelli a base di allopurinolo (nome commerciale Zyloric) possono avere come effetto secondario la perdita di capelli.

Chemioterapia

Alcuni farmaci usati in chemioterapia per trattare alcune forme di cancro e disordini autoimmuni possono provocare un anagen effluvuim. La caduta può interessare anche ciglia, sopracciglia e peli del corpo.

Questi farmaci sono utilizzati per distruggere le cellule tumorali a crescita rapida nel corpo ma possono attaccare e distruggere anche altre cellule con replicazione rapida come quelle presenti nelle radici dei capelli. Solitamente i capelli persi si recuperano in tutto o in parte al termine del ciclo chemioterapico.

Terapie ormonali e perdita di capelli nelle donne

Le terapie ormonali possono innescare squilibri ormonali nelle donne che possono a loro volta causare perdita dei capelli a volte anche di tipo permanente.

Un esempio sono le pillole contraccettive e le terapie ormonali sostitutive con progesterone ed estrogeni, come quelle che possono necessitare le donne che si sono sottoposte ad isterectomia totale.

Le donne in post menopausa possono aver bisogno di una terapia ormonale sostitutiva.

Terapie ormonali e perdita di capelli negli uomini

Come avviene per le donne anche gli uomini che seguono trattamenti ormonali possono sperimentare miniaturizzazione e notare l’insorgere ed il peggioramento dell’alopecia androgenetica.

Le terapie sostitutive con testosterone utilizzate per le persone con livelli bassi di questo ormone hanno come effetto collaterale la perdita di capelli. L’uso di steroidi anabolizzanti, per aumentare la massa muscolare può a sua volta portare all’insorgere di questi problemi.

Cosa fare in caso di caduta dei capelli provocata da farmaci?

Se avete recentemente iniziato ad assumere un nuovo farmaco e avete notato un assottigliamento dei capelli o un aumento della caduta la cosa migliore da fare è parlare con il vostro medico e valutare un possibile farmaco alternativo che non produca gli stessi effetti collaterali.

Il vostro medico potrebbe anche consigliarvi di sospendere l’assunzione del farmaco per alcuni mesi.

Se a causa dell’assunzione di un farmaco si è avuto un peggioramento della vostra alopecia di tipo androgenetico per contrastarne gli effetti è possibile utilizzare trattamenti farmacologici come Minoxidil (sia per l’uomo che per la donna) oppure, solo per gli uomini, finasteride o dutasteride.

È molto probabile che sia necessario utilizzare questi trattamenti per un certo periodo di tipo (almeno 6-7 mesi) prima di iniziare a vedere risultati.

Va anche sottolineato come nella maggior parte dei casi i capelli ricrescono nella loro totalità o quasi dopo che si è sospesa l’assunzione del farmaco che ne aveva provocato la caduta. Ridurre il dosaggio è un’altra mossa che può aiutare a migliorare la situazione.

Ricordatevi di non sospendere l’assunzione di un farmaco senza esservi consultati previamente con il vostro medico che molte volte sarà in grado di fornirvi un’alternativa che produca meno effetti collaterali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.