Fattori da valutare nella scelta di una clinica per il trapianto di capelli

0
205
clinica-trapianto-capelli

Cosa andrebbe considerato nella scelta della clinica per un trapianto di capelli?

Il trapianto di capelli via Fue è probabilmente una delle chirurgie più richieste dagli uomini negli ultimi anni.

Considerando l’importanza dell’aspetto fisico al giorno d’oggi e la crescente influenza dei social media è lecito prevedere che questo tipo d’intervento diventerà ancora più popolare nei prossimi anni.

L’espansione del settore della chirurgia calvizie e la crescente domanda dei pazienti ha spinto alcuni professionisti a cercare di soddisfare questa richiesta ingannando i pazienti con false informazioni diffuse via Internet ed arrogandosi titoli e specializzazioni perlomeno dubbie.

Sfortunatamente, il numero di cliniche in cui l’intervento è eseguito in tutte le sue fasi da persone che fingono di essere medici, nascondendosi dietro titoli quali coordinatore del trapianto di capelli o specialista della chirurgia della calvizie, è in molti casi maggiore di quello delle cliniche in cui sono invece presenti dei veri dottori.

Alcune delle persone che eseguono l’intervento a volte non hanno una preparazione medica di nessun tipo mentre altre non sono autorizzate ad eseguirlo e per aggirare la legge lavorano come assistenti sotto il controllo e la responsabilità di un medico chirurgo.

Scegliere la clinica corretta tra le migliaia di strutture che offrono il trapianto di capelli con incisioni effettuate con lame in zaffiro vi permetterà di evitare il rimorso per avere fatto una scelta sbagliata ogni volta che vi guarderete allo specchio.

Questi sono, a nostro parere, i criteri più importanti nella scelta di una clinica a cui rivolgersi:

Verificare le informazioni sul dottore responsabile.

Avete raccolto informazioni sul dottore (chirurgo della calvizie) che eseguirà il vostro intervento? Queste informazioni sono presenti sul sito della clinica che avete contattato? Fate domande sulla facoltà di medicina in cui si è laureato e che avete visto nel suo curriculum vitae. Se non ci sono informazioni sui chirurghi della calvizie nella pagina della clinica questo è un campanello d’allarme ed è preferibile evitare di sottoporsi all’intervento in quella struttura.

Avete il diritto di sapere chi sarà incaricato di eseguire l’intervento di trapianto di capelli, il cui risultato potrà influenzare il resto della vostra vita. Cercate di informarvi su quali fasi dell’intervento saranno svolte direttamente dal dottore e su quanti pazienti il chirurgo tratta ogni giorno.

Non dimenticate che il trapianto di capelli è un intervento chirurgico con una durata di circa 6-8 ore e che questo permette al chirurgo di trattare al massimo 1-2 pazienti al giorno, considerando il tempo che il medico deve dedicare alla fase di esame e pianificazione dell’intervento oltre che all’operazione.

Verificare dove sarà eseguito l’intervento

In Turchia è possibile effettuare l’intervento di trapianto di capelli solo presso ospedali, centri medici o cliniche in cui è presente un medico e che hanno ricevuto l’autorizzazione del Ministero della Salute.

È importante che chiediate dove sarà eseguito l’intervento.

Se vi è stato fornito l’indirizzo di una residenza privata, di un appartamento o di un ufficio chiedete che vi siano mostrati i documenti ed i permessi forniti dal Ministero della Salute.

Se il vostro intervento sarà eseguito in una struttura che non conta con i permessi necessari potete star sicuri che non vi saranno né gli strumenti né un team con la preparazione adeguata per far fronte ad un’eventuale situazione di emergenza.

Questo fattore potrebbe sembrare di poca importanza quando tutto fila liscio, diventa invece critico in una situazione d’emergenza in cui la cosa più importante è la presenza di un team preparato ed esperto nel gestire situazioni di questo tipo.

Non esitare a chiedere i dettagli del vostro piano di trattamento chirurgico

Uno dei punti più importanti per l’intervento di trapianto di capelli è una corretta pianificazione.

Per permettervi di ottenere un look naturale e duraturo è necessario che la clinica a cui vi rivolgete vi fornisca un piano di trattamento adeguato.

I punti che devono essere considerati nel piano di trattamento chirurgico sono il numero di unità follicolari che possono essere prelevate in base alla capacità dell’area donante, quante unità follicolari possono essere trapiantate nelle diverse zone dello scalpo in base alla densità per cm2 stimata dal chirurgo.

Considerando che molte cliniche di trapianto di capelli FUE solitamente forniscono queste informazioni in modo approssimativo, trovare una struttura che in base a semplici calcoli geometrici possa dare dati concreti al paziente riguardo al numero di capelli da innestare per cm2 e al numero di unità follicolari necessarie, è sicuramente un indicatore della serietà della clinica a cui ci si è rivolti.

Un altro indicatore del fatto che vi siete rivolti ad una clinica affidabile è il fatto che vi siano richieste informazioni approfondite sulle vostre condizioni di salute, patologie in corso e passato e farmaci che state utilizzando.

Social media – Foto prima e dopo

Lo sviluppo dei social ha permesso alle cliniche di trapianto di capelli FUE di presentare le foto dei propri pazienti selezionando i migliori casi. Oggi queste immagini prima e dopo l’operazione sono in grado di influenzare la scelta di molte persone.

Quando si visualizzano queste foto alla ricerca della clinica a cui affidarsi è necessario fare attenzione dato che le immagini potrebbero essere modificate digitalmente. È importante poi che le immagini siano scattate con buona definizione.

Commenti e numero di follower sui social

Dato che comprare followers sui social è facile e piuttosto comune, un maggior numero di followers non deve essere considerato come un fattore per ritenere una clinica migliore rispetto ad un’altra. Non fatevi ingannare da questi numeri.

I commenti che potete trovare sui social possono inoltre essere creati ad hoc per convincere i pazienti ad affidarsi ad una determinata clinica.

Le esperienze dei pazienti che si sono sottoposti a trapianto di capelli in una determinata clinica sono invece molto importanti. È quindi una scelta saggia controllare sui diversi forum specializzati i report positivi o negativi dei pazienti.

Tecnica da utilizzare e falsi proclami su anestesia indolore

Ci sono solo due tecniche per estrarre i capelli (Fue e Fut) e due metodi per innestare i capelli (manuale con forcipe o DHI) internazionalmente riconosciuti.

Alcune cliniche creano vari termini ed acronimi per attrarre i pazienti. Questa fantasiosa terminologia tende a diffondersi molto velocemente e a diventare virale in rete e dopo poco tempo i potenziali pazienti sono convinti che si tratti di metodi e tecniche innovative e qualitativamente migliori rispetto a quelli tradizionali.

Chiunque cerchi informazioni in rete sul trapianto di capelli FUE si imbatterà in metodi e tecniche che non esistono nella letteratura medica quali trapianto di capelli indolore, ICE FUE, Golden FUE e così via.

Se la clinica a cui avete deciso di affidarvi fa uso di questi trucchi di marketing per attirare i clienti questo è un segnale di allarme che deve farvi riflettere.

Nessun medico desidera che i propri pazienti sentano dolore.

Sfortunatamente non esiste ad oggi una tecnica che possa prevenire il dolore durante la somministrazione dell’anestesia locale che precede l’intervento di trapianto di capelli.

Negli ultimi anni si è promossa l’anestesia senza aghi utilizzando uno strumento a pressione come una tecnica di anestesia indolore. Si tratta ancora una volta di una strategia di marketing.

I pazienti avvertono dolore durante la somministrazione dell’anestesia locale a causa della sostanza anestetica utilizzata e non per il tipo di ago impiegato. P

er questo, indipendentemente dal modo in cui l’anestesia viene somministrata il paziente sentirà sempre un po’ di dolore e la tollerabilità dello stesso è legata alla soglia di sopportazione individuale.

Le cliniche che promettono un’anestesia indolore ancora una volta non stanno fornendo un’informazione corretta ai potenziali pazienti.

Aggiornamento costante

Chiedete al dottore a quali corsi di aggiornamento ha partecipato, quali certificazioni ha ricevuto e di inviarvi quelli più recenti. Questo è un segnale che il vostro chirurgo si mantiene aggiornato sugli sviluppi delle tecniche e cerca sempre di migliorarsi.

Dettagli dell’intervento

Il vostro intervento di trapianto di capelli con tecnica FUE è stato eseguito correttamente?

Il modo migliore di saperlo è quello di assicurarsi che la clinica da voi prescelta registri tutti i dati dell’intervento per controllare e migliorare i propri standard qualitativi. È molto importante che ogni singola fase dell’intervento sia soggetta ad un controllo qualitativo.

Alcuni dati dell’intervento sono fattori importanti nel valutare il lavoro di una clinica che si occupa di trapianto di capelli FUE:

  • il tasso di transection delle unità follicolari estratte,
  • il tipo di soluzione in cui sono conservati gli innesti,
  • la selezione delle unità follicolari singole e multiple
  • il pattern di estrazione delle unità follicolari

Medicine pre e post intervento

La vostra clinica vi ha consigliato di seguire una terapia farmacologica prima e dopo l’intervento? Vi sono stati suggeriti trattamenti alternativi al trapianto di capelli per stabilizzare la caduta?

Le cliniche che trattano il problema della calvizie non solo con l’intervento chirurgico ma anche con il supporto farmacologico sono quelle che hanno a cuore la vostra situazione nel lungo periodo.

Diritto ad un intervento di ritocco in caso il trapianto di capelli non produca il risultato sperato.

Sebbene tutte le cliniche promettano di fornirvi il miglior servizio possibile spesso possono volerci 1-2 anni per poter apprezzare il risultato finale. Molteplici ragioni possono essere alla base di un risultato insoddisfacente del trapianto di capelli:

  • una scorretta routine post operatoria,
  • problemi di circolazione,
  • problemi di salute che provocano una caduta improvvisa,
  • prelievi effettuati fuori dall’area di estrazione sicura,
  • fumo

I capelli trapiantati non sono ricresciuti nonostante abbiate seguito alla lettera tutte le indicazioni post operatorie fornite dalla clinica? In tal caso è opportuno che la clinica che avete scelto per la vostra operazione sia sempre pronta a seguire il paziente anche nella fase post operatoria e sia presente in caso per qualsiasi ragione il trapianto non dovesse produrre i risultati sperati, proponendo al paziente delle soluzioni per renderlo soddisfatto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here