Hasci – HST “Hair StemCell Transplantation”, clonazione parziale di unità follicolari con (PL-FUT)

0
812
Hair Stem Cell Transplantation hasci

Hair Science Institute, con sedi europee ad Amsterdam, Milano, Parigi, Londra, Maastricht e Cap d’Antibes, è un istituto specializzato nel campo delle malattie dei capelli che si concentra sulla soprattutto sulla ricerca e sullo sviluppo di nuove tecniche nel campo trapianto in associazione con il Prof. Dr H. Martino Neumann.

L’istituto è stato fondato nel 2005 e ha eseguito più di 15000 procedure di trapianto di capelli con tecnologia Hair Stem Cell.

Nelle sue ricerche, il prof. Dr Phd Conradus Chosal Gho, colui che ha brevettato la tecnica HST, afferma che non serve un follicolo intero per rigenerare la crescita dei capelli, ma basta una porzione dello stesso per rigenerare un nuovo capello.

La porzione di follicolo rimossa e inserita nell’area ricevente produrrà a sua volta nuovi capelli.

 

Differenze tra HST e FUE e FUT

Nella tecnica HST, la porzione di tessuto capillare che viene prelevata dalla cute tramite un punch da 0,5 o 0,6 mm contiene un determinato numero di cellule staminali pilifere in grado di creare una nuova unità follicolare.

Al contrario, nelle usuali tecniche di auto trapianto come la FUE (Follicolar Unit Extraction) o la FUT (Strip Surgery), le unità follicolari vengono estratte totalmente, togliendo la possibilità di una nuova ricrescita nell’area donatrice, cosa che invece può succedere tramite la tecnica HST (le probabilità vanno oltre l’80%).

 

Taglio corto anche dopo l’autotrapianto

Grazie a questa tecnica così innovativa, sarà possibile accorciare i capelli quasi totalmente nell’area donatrice, mantenendo l’omogeneità su tutta la testa e senza alcuna differenza di volumi, in quanto la quantità di capelli apparirà moltiplicata grazie alla nascita di nuovi follicoli generati da uno stesso tessuto follicolare prelevato in precedenza.

 

Zone donatrici povere: ecco la soluzione grazie all’HST

Dopo l’intervento, la zona donatrice appare rigenerata erazie alla ricrescita dell’unità follicolare parzialmente prelevata. Ciò permette a chi è stato vittima di ustioni o semplicemente a chi possiede una zona donatrice povera di potersi sottoporre al trapianto di capelli con delle aspettative molto superiori alla pura tecnica FUE.

 

I vantaggi della HST

Nella zona in cui verranno poi inseriti gli innesti, vengono praticati dei piccoli fori con un ago da 0,5 mm, più piccolo rispetto a quello utilizzato per l’estrazione.

Gli innesti, dunque, vengono posizionati perfettamente all’interno dei canali e il tasso di ricrescita medio d’assesta intorno al 95%.

La convalescenza post operatoria sarà molto breve e leggera e gli innesti permetteranno una maggior densità dei capelli grazie al fatto che essendo più piccoli potranno essere disposti uno vicino l’altro, creando appunto una copertura più fitta grazie alla maggior densità raggiungibile.

Data l’evoluzione delle strumentazioni in sala operatoria e il comfort del paziente come obbiettivo globale, l’anestesia, ma anche il post intervento, saranno praticamente indolore.

Questa è un’altra differenza sostanziale tra la nuova tecnica HST e le comuni tecniche di autotrapianto che prevedono un periodo di convalescenza leggermente più lungo e l’uso di bende e fasce per proteggere la nuca.

 

Come eseguire interventi su sopracciglia e barba

Grazie alla tecnica HST (Hair Stemcell Transplantation), è possibile oggi interventi anche a barba e sopracciglia.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.