Hasci – Trapianto di capelli: le 5 cose principali da conoscere su questo tema

0
439
hasci italia

La caduta di capelli è un problema che purtroppo riguarda sia uomini che donne, seppur con percentuali diverse. Si tratta di un disagio a livello fisico, estetico ma anche psicologico, in quanto fa a scalfire le sicurezze e l’autostima di una persona.

Oggi, possiamo dire che grazie alla tecnologia e, all’innovazione della medicina, esistono svariate soluzioni per ricorrere al problema della Calvizie.

Di seguito selezioniamo le 5 cose fondamentali da sapere riguardo il trapianto di capelli (o autotrapianto).

 

L’autotrapianto e la clonazione

Seppur il trapianto di capelli possa sembrare la soluzione più efficace ma soprattutto più veloce, non sempre è quella adatta a tutti.

È consigliabile effettuare un consulto con un professionista per analizzare il proprio caso prima di buttarsi a capo fitto sul trapianto di capelli.

Trattandosi comunque di un intervento, lo specialista potrebbe proporre una soluzione meno invasiva come il recupero del diradamento oppure la PRP, ovvero plasma ricco di piastrine.

Si raccomanda di ricorrere al trapianto di capelli solo dopo aver constatato che tutte le altre soluzioni non siano efficaci o non siano adatte al proprio caso specifico.

 

Le tecniche utilizzate dai professionisti per il trapianto di capelli: FUE e FUT o Strip

Per poter eseguire un autotrapianto, esistono due tecniche diverse: la tecnica STRIP o FUT (Follicolar Unit Transplantation) e la tecnica FUE (Follicolar Unit Extraction).

Mentre la prima prevede l’incisione di una striscia di pelle che può contenere circa 4000 unità follicolari, la seconda prevede il prelievo delle stesse senza dover necessariamente tagliare una parte del tessuto cutaneo.

Non esiste una tecnica migliore dell’altra, ma semplicemente esiste la tecnica giusta per un determinato caso di Calvizie, che non verrà scelta dal paziente, ma bensì dal chirurgo che effettuerà l’intervento.

La clonazione dei capelli, cos’è?

Come già detto, oltre al trapianto di capelli esistono altre soluzioni per coprire un diradamento; tra queste troviamo la clonazione dei capelli (conosciuta anche come moltiplicazione dei capelli).

Il paziente, insieme al chirurgo, può optare per questa tecnica, la quale permetterebbe di bloccare la perdita dei capelli.

La procedura prevede il prelievo di cellule follicolari dalle zone “vive” della cute per impiantarle, clonarle e moltiplicarle nelle zone “morte” in modo da riavere una produzione di capelli più omogenea.

Meglio pagare un prezzo più alto ma avere la certezza di essere nelle mani giuste

Il trapianto di capelli è ormai diventato un business enorme sia per i professionisti che praticano questa operazione da 20 anni sia per chi promette false soluzioni.

Basta un attimo per cadere nella trappola e per questo bisogna prendere alcuni accorgimenti quando ci si inoltra nel web, per trovare la clinica migliore in cui potersi sottoporre al trapianto.

Bisogna sempre informarsi bene sul chirurgo in questione che dovrà eseguire l’intervento, i suoi studi, gli anni di esperienza nel settore, se ha seguito corsi di aggiornamento ecc..

Ricordiamoci sempre che devono essere i fatti a parlare, più che le parole.

Per poter eseguire un’operazione del genere, il chirurgo dev’essere affiancato da varie figure: un anestesista e almeno 5 infermieri specializzati in chirurgia.

Per quanto riguarda il prezzo dell’operazione, questo può variare in base alla tecnica utilizzata, alle sedute previste per il raggiungimento dell’obbiettivo finale e/o la quantità di unità follicolari da trapiantare.

Si parte dai 4000 ai 6000 per il trapianto con tecnica FUE e dai 3000 ai 6500 per il trapianto con tecnica FUT.

In conclusione, ricordiamo a chi magari sta leggendo questo articolo ed è ancora titubante sull’argomento, che l’intervento per il trapianto ai capelli non è niente di così invasivo.

Si tratta di un’operazione eseguita in totale sicurezza, senza alcuna possibilità di contrarre infezioni o subire un rigetto. Ci sarà un protocollo di cure post trapianto ma niente di più.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.