Hasci – Trapianto di capelli: l’evoluzione della chirurgia

0
44
trapianto capelli hasci italia dr gho

08/01/24Al giorno d’oggi circa il 60% degli uomini e il 50% delle donne è colpito dalla perdita di capelli.

Trattandosi di un disagio estetico che intacca anche l’aspetto psicologico di un individuo, molti decidono di ricorrere a farmaci di tipo topico o addirittura al trapianto di capelli.

Il trapianto di capelli ha lo scopo di estrarre delle unità follicolari dalla zona donatrice (una zona più folta della nuca) e impiantarle nella zona ricevente (dov’è presente il diradamento).

Il primo trapianto di capelli avvenne negli anni ’30, e come ben sappiamo, ai quei tempi non esisteva la tecnologia odierna.

Durante gli anni, infatti, i chirurghi hanno iniziato ad utilizzare delle strumentazioni più accurate, tecniche più sicure per il paziente e protocolli più efficaci per ottenere la massima qualità dal risultato finale.

 

Le tecniche utilizzate per il trapianto di capelli

Come già accennato in precedenza, le tecniche più classiche per il trapianto di capelli prevedono l’estrazione di sezioni di capelli da alcune zone della nuca o del corpo che vengono poi reinserite nelle zone che presentano un diradamento o sono completamente vuote.

A differenza di queste, negli ultimi anni si sta valutando l’efficacia delle cellule staminali utilizzate per eseguire i trapianti di capelli.

Oltre a guarire e riparare i tessuti danneggiati, le cellule staminali hanno lo scopo di ripristinare la crescita dei follicoli piliferi naturali presenti sul cuoio capelluto per ottenere risultati a lungo termine.

Un’altra tecnica adoperabile è il trapianto ricostruttivo, il quale corregge gli inestetismi provocati da vecchi trapianti andati male.

Le persone che prediligono questa metodologia sono soprattutto coloro che si sono già sottoposti in passato ad un trapianto senza ottenere risultati soddisfacenti, o a cui sono state lasciate parecchie cicatrici inestetiche che possono essere facilmente eliminate con la tecnica HST.

 

Il trapianto di capelli secondo la tecnica HST è efficace?

Come afferma il Dr Gho, la tecnica HST (Hair Stellcem Transplantation) è generalmente la metodologia più efficace.

Bisogna però tenere a mente alcuni fattori. Come prima cosa i capelli trapiantati hanno bisogno di un paio di mesi circa per ricrescere, allo stesso tempo i capelli già presenti potrebbero assottigliarsi, ostacolando l’infoltimento, per cui bisognerebbe prendersene cura a fondo.

Inoltre, chi presenta dei follicoli piliferi dormienti, potrebbero non rimanere soddisfatti dal risultato finale, anche se ultimamente si sta facendo sempre più riferimento alla terapia al plasma, la quale secondo le statistiche aumenta la crescita dei capelli, sia di quelli normali che di quelli trapiantati del 75%.

Oltre ciò, è bene sottolineare che la maggior parte delle tecniche di trapianto lavorano con i capelli del paziente, dunque capelli che già esistono.

Questo purtroppo non è possibile per chi presenta una Calvizie dovuta alla chemioterapia o a farmaci pesanti o per chi, invece, presenta delle cicatrici troppo spesse, dovute a interventi o a lesioni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.