Perdita dei capelli nell’uomo e nella donna – Cosa possiamo fare

4
4201
la perdita dei capelli

Quasi 20 milioni di soggetti in Italia sono affetti da perdita dei capelli. Non è semplice accettare un cambiamento della propria immagine, soprattutto quando si verifica in modo drastico e in un breve lasso temporale. Questa condizione influenza non soltanto la sfera estetica della vita di una persona ma anche la sua dimensione psicologica e quella sociale.

 

Quali sono le cause? Importante il dermatologo.

Rispondere a questa domanda non è semplice. Ogni caso è unico e vi sono diversi elementi da tenere in considerazione quando si vuole definire un piano di trattamento efficace. Sicuramente è essenziale rivolgersi a un dermatologo specializzato in tricologia che sappia analizzare la situazione tramite l’ausilio di strumentazioni specifiche e consigliare la terapia farmacologica più adatta al fine di limitare gli effetti della patologia.

 

Quali sono le tipologie?

Di seguito analizziamo le principali tipologie di perdita di capelli  in modo da disporre di una panoramica della terminologia del settore.

Il primo termine cui facciamo riferimento è “alopecia”. Con questa parola, definiamo un processo caratterizzato dalla diminuzione della qualità e della quantità di capelli. Dal greco alópex, volpe, indica una caduta dei capelli che si verifica a chiazze. Proprio le volpi sono solite perdere il pelo con tali modalità durante la primavera.

Alopecia Androgenetica.

Con il termine alopecia androgenetica ci riferiamo a quella forma di perdita dei capelli dovuta all’azione dell’enzima 5-alfa-reduttasi di tipo 2 sui follicoli piliferi. L’enzima è responsabile della trasformazione del testosterone in diidrotestosterone (DHT), ormone androgenico che negli individui predisposti attacca i follicoli causandone una miniaturizzazione e la conseguente caduta del capello.

Questa forma di alopecia è anche denominata calvizie comune. Colpisce tanto gli uomini quanto le donne seppur in percentuale diversa. Si verifica circa nel 70% degli uomini e nel 40% delle donne. È una forma di calvizie non reversibile, sebbene esistano delle terapie farmacologiche in grado di inibire l’azione dell’enzima 5-alfa-reduttasi e di controllare temporaneamente al caduta.

 

Alopecia Areata.

Una forma di alopecia dovuta probabilmente a particolari caratteristiche genetiche è l’alopecia areata. Gli esperti non hanno ancora individuato con assoluta certezza le cause scatenanti della patologia. Si manifesta senza distinzione d’età e colpisce generalmente in forma temporanea anche bambini dagli 0 ai 5 anni d’età. È una condizione in continuo mutamento che può, in alcuni casi, arrivare quasi a stabilizzarsi o, in altri, estendersi all’intero scalpo (si parla in questo caso di alopecia totale), o ai peli di tutto il corpo (alopecia universale).

 

Altri tipi di perdita dei capelli.

Vi sono poi altre forme di calvizie. L’alopecia da trazione è dovuta a traumi meccanici che danneggiano i follicoli piliferi. Si manifesta, per esempio, in donne che raccolgono costantemente i capelli in acconciature molto strette. È tipica delle donne di origine afroamericana.

La tricotillomania è un disturbo ossessivo-compulsivo che spinge una persona a tirare i propri peli o capelli, fino a causarne un danneggiamento irreparabile.

Secondo alcuni esperti, anche lo stress contribuirebbe a una perdita di capelli superiore al normale e rappresenterebbe una delle cause di forme di alopecia temporanee. Si parla in questo caso di alopecia psicogena.

Si consiglia di evitare diete eccessivamente rigide che possano indebolire l’organismo. Vitamine e oligominerali svolgono un ruolo essenziale per il corretto funzionamento del nostro corpo e di conseguenza per la salute dei nostri capelli. Opportuno è ricordare che una dieta equilibrata non è sufficiente per contrastare forme di alopecia dovute a cause ormonali o genetiche.

4 COMMENTS

  1. Ciao Stefano, non riesco a capire come sia possibile che mi cadono dai 100 ai 200 capelli al giorno, li trovo soprattutto sull’asciugamano quando mi sfrego la testa. L’ultimo wash test è stato un disastro…

    • Ciao Carmelo,

      se il wash test continua a darti esiti poco incoraggianti ti consiglio di recarti da un dermatologo in modo tale che possa eventualmente prescriverti delle analisi del sangue e verificare se ci siano delle alterazioni che possono portare ad effluvio.

    • Ciao Orazio,

      se noti una perdita localizzata e un diradamento soltanto nel vertice immagino che si possa parlare di un processo di Alopecia Androgenetica. Ovviamente ti consiglio di andare dal dermatologo per farti vedere.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here