Il mercato nero del trapianto di capelli

0
551

L’ISHRS mette in guardia sulla pericolosa industria del mercato nero del trapianto di capelli. In un comunicato stampa rilasciato a marzo 2019, è stato riportato che il 77,5 per cento dei membri dell’ISHRS, ovvero chirurghi qualificati per la ricostruzione dei capelli, ha visto un aumento del numero di persone che cercano aiuto dopo essersi sottoposti a procedure sbagliate o fallimentari, spesso per porre rimedio a grave errori di trapianto.

La ragione riconducibile ai numerosi risultati di scarsa qualità è la presenza di numerose cliniche illegali per il trapianto di capelli. Esistono molti professionisti non medici che possiedono poca competenza o addirittura nessuna qualifica, che però eseguono queste delicate procedure.

L’ISHRS riferisce che, a causa dell’elevata domanda di trapianti di capelli, i pazienti spesso decidono di rivolgersi a cliniche economiche che si trovano all’estero.
Una volta che il paziente viene attirato dal basso costo, viene sfruttato da questi soggetti, che non si fanno scrupolo a sfruttare un problema delicato come la perdita dei capelli, fornendo un trattamento scadente, pericoloso e senza garanzie. Gira voce di un caso in cui un’operazione sia stata effettuata persino da un tassista.

Deturpazione, cicatrici e infezioni

Il sito web dell’ ISHRS contiene informazioni dedicate ai pazienti sui pericoli del mercato nero del trapianto di capelli.

Contiene immagini che alcune persone potrebbero trovare angoscianti. I membri dell‘ISHRS hanno riportato casi in cui i pazienti operati di queste “cliniche” discutibili avevano cicatrici vistose, sfruttamento eccessivo della zona donatrice e infezioni. Inoltre erano evidenti gli scarsi risultati estetici, come una ricrescita di capelli innaturale causata dalla poca competenza d’esecuzione dell’innesto.

Occhio alle apparenze

Un altro problema che l’associazione medica ha considerato è che i potenziali clienti, in particolare quelli che cercano un trapianto di capelli all’estero e che stanno valutando la scelta più vantaggiosa, dovrebbero essere consapevoli che il conteggio degli innesti è spesso impreciso.

Il costo dei trapianti di capelli tende a essere calcolato in base al numero di innesti. L’ISHRS ha riferito che molti pazienti hanno spesso ricevuto un numero di innesti inferiore a quello dovuto.

Quando vengono eseguite procedure mediche in un paese straniero, occorre non farsi incantare solo dalle recensioni positive sul web, che non sono verificabili dal lettore. La realtà può spesso essere diversa da quello che si crede. Le barriere linguistiche sono un ostacolo frequente, il che rende ulteriormente difficile affrontare eventuali difficoltà per il paziente.

A questo si aggiungono, inoltre, eventuali problemi relativi alle condizioni della clinica e della sua strumentazione, per non parlare del fatto che il personale che esegue l’operazione deve essere adeguatamente formato, avere una formazione medica e competenze pertinenti. Per tutelarsi ed evitare di cadere in spiacevoli situazioni, sarebbe opportuno, prima di proseguire, controllare le cliniche certificate sul sito web dell’ ISHRS.

L’importanza di avere pazienti informati

“Questa situazione è grave per chiunque stia cercando di porre rimedio alla calvizie, ed è per questo che ISHRS si sta muovendo produttivamente per informare i pazienti su questi pericoli. Abbiamo molti nostri medici competenti che hanno firmato per garantire il loro impegno medico in questo settore. Partecipano regolarmente a piani educativi per garantire una corretta esecuzione dei trapianti di capelli” afferma Ricardo Mejia, MD, presidente del comitato ISHRS su questioni relative alle pratiche mediche non autorizzate.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.