Nanoxidil – la nuova alternativa al Minoxidil

0
10306

09Nell’agosto 2011, un’azienda cosmetica, la Divine Skin Inc., ha lanciato una nuova molecola per trattare la caduta dei capelli.

La molecola, chiamata nanoxidil, è stata sviluppata per superare l’efficacia e la tollerabilità del minoxidil. Il nanoxidil è un prodotto relativamente nuovo in campo medico. Sfortunatamente, ci sono studi limitati in merito ad uso, efficacia e possibili effetti collaterali.

Inizialmente, lo studio è stato condotto su alcuni topi di laboratorio. Secondo uno studio di KoreMed del 2009, il trattamento con soluzione di nanoxidil topica (5%) applicato sulla pelle dorsale, ha mostrato un tasso di crescita pilifera significativamente più alto rispetto ad altri gruppi.

 

I possibili effetti collaterali del Minoxidil

Il minoxidil risulta essere molto efficace per la caduta dei capelli. Tuttavia, possiede anche alcuni effetti collaterali indesiderati. È comune che si verifichino mal di testa, problemi cardiaci, tremori nervosi, irritazione locale nella zona di applicazione e un possibile sviluppo di acne. Effetti collaterali indesiderati, come quelli citati, si verificano soprattutto quando una quantità eccessiva di minoxidil viene assorbita attraverso la pelle.

È stato anche determinato che le donne sono più sensibili al minoxidil, pertanto si raccomanda di usare concentrazione non superiore al 5%, con una frequenza massima di applicazione una volta al giorno.

 

Nanoxidil – un nuovo trattamento per la caduta dei capelli

Il nanoxidil è una novità nel campo dei trattamenti per la caduta dei capelli: la sua struttura è molto simile al minoxidil, ma il suo peso molecolare è inferiore. In teoria, ciò dovrebbe portare a un miglior tasso di penetrazione e assorbimento della molecola.

Oltre alle differenze molecolari, le lozioni di Nanoxidil differiscono significativamente dalle marche di prodotti generici come Rogaine®.

Infatti, la Lozione SPECTRAL DNC-N® con nanoxidil contiene altri ingredienti oltre a quest’ultimo. Tra questi ci sono:

  • adenosina
  • peptidi di rame
  • procianidina B2
  • caffeina
  • acido azelaico

Questi ingredienti agiscono sinergicamente per favorire la penetrazione del nanoxidil e migliorare la crescita dei capelli.

Il nanoxidil è un’invenzione recente e la maggior parte degli studi sono ancora in corso. Ad esempio, lo studio di fase II di DS Healthcare Group Inc. che valuta l’efficacia e la sicurezza del nanoxidil nel trattamento dell’alopecia androgenetica da lieve a moderata ha prodotto alcuni risultati impressionanti.

Tuttavia, vale la pena notare che i test indipendenti potrebbero essere migliori, poiché il produttore potrebbe avere un conflitto di interessi.

 

Risultati della lozione nanoxidil a 6 mesi (SPECTRAL. DNC-N®):

Lo studio rivela che il trattamento a base di nanoxidil possa far raggiungere un aumento della crescita dei capelli fino al 28,6 % in soli tre mesi  dall’inizio del trattamento. Dallo studio, i ricercatori hanno concluso che il nanoxidil non solo sia in grado di aumentare la densità dei capelli, ma anche di ridurre i processi infiammatori del cuoio capelluto.

 

 Effetto anti-infiammatorio e maggiore tollerabilità sulle donne

Infatti, tra i fattori più comuni che favoriscono l’insorgenza dell’alopecia androgenetica c’è la fibrosi periferica.

Questa riguarda l’invecchiamento precoce della radice dei capelli a causa della sovrapproduzione di collagene, perdita di umidità e / o cicatrici. I peptidi di rame sono anche anti-infiammatori perché possono bloccare le azioni delle citochine infiammatorie, come l’interleuchina 1, e trasformare il fattore di crescita beta (TGF-beta).

Questo spiega l’effetto anti-infiammatorio della lozione nanoxidil. Studi, come quello del 2009 pubblicato sulla rivista KoreaMed, spiegano come il nanoxidil possa essere efficace nella gestione dei processi infiammatori a carico del cuoio capelluto.

A differenza del minoxidil, che provoca una maggiore sensibilità tra le donne, lo studio del 2019 mostra che il nanoxidil è maggiormente efficace nella gestione della caduta precoce femminile, ma con meno problematiche legate alla sensibilità.[/vc_column_text]

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Secondo lo studio svolto, la maggior parte dei soggetti ha ottenuto risultati straordinariamente buoni e solo il 3% delle donne nello studio non ha visto alcun cambiamento dopo un periodo di trattamento di 6 mesi. Ci vorrà del tempo prima che la FDA approvi il nanoxidil.

In conclusione, si raccomanda di prestare attenzione a cambiare terapia farmacologica in quanto, se il Minoxidil è ben tollerato, passare al nanoxidil non risulta necessario. Tuttavia, se state iniziando adesso un trattamento per la perdita dei capelli, il nanoxidil potrebbe essere una buona scelta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.