Papilla Dermica | Cos’è?

0
2599

PAPILLA DERMICA | La Struttura del capello

La papilla dermica è una struttura del capello localizzata nello strato superficiale del derma. La sua funzione primaria consiste nel fornire apporto sanguigno all’epidermide. Fornisce inoltre ossigeno e nutrienti al follicolo pilifero stesso in modo da favorire la crescita di nuovi capelli.

La papilla dermica fornisce nutrimento estendendosi dal derma fino al bulbo pilifero. Il bulbo pilifero è una formazione localizzata alla base del follicolo stesso, la cui funzione è quella di produrre le cellule che andranno a costituire il pelo.

 

Una volta che la papilla dermica si connette con il bulbo pilifero, il capello riceve l’ossigeno dal flusso sanguigno e vive le sue tre fasi di crescita (anagen, catagen e telogen). Se la papilla dermica non raggiunge però il bulbo, le fasi si interrompono e il nuovo capello non può più crescere.

A questo punto è importante fare riferimento al concetto di ATP. Si tratta del processo bio-organico con cui l’ossigeno viene convertito dal flusso sanguigno in energia utilizzabile.

L’ATP è ciò che fornisce ai capelli l’energia per crescere. Uno dei maggiori ostacoli durante un trapianto è mantenere i graft vitali una volta estratti poiché non ricevono più nutrimento dalla papilla dermica.

 

Il processo di formazione della papilla dermica.

Innanzitutto si ha la formazione di un ispessimento colonnare formato da cellule epiteliali chiamato placode e dei fibroblasti (strutture che creano e regolano le proteine) al di sotto del placode, all’interno di ciò che viene definito condensato dermico.

Il placote e il condensato dermico danno il via alla formazione del follicolo e alla sua estensione, tramite cellule epiteliali, nel derma.

Le cellule epiteliali sono cellule particolari che costituiscono il rivestimento di cavità quali polmoni, intestino e, in questo caso, follicoli piliferi.

Alcune delle cellule epiteliali si uniscono al condensato dermico e formano la papilla dermica che controlla le cellule epiteliali rimanenti avviando i processi di formazione di altre strutture essenziali quali il fusto del capello e la guaina interna della radice.

Alla luce di quanto spiegato, possiamo comprendere come il DHT, di cui abbiamo parlato negli articoli precedenti, possa impedire alla papilla dermica di raggiungere il bulbo pilifero, causando una miniaturizzazione dei follicoli. Con il passare del tempo, il follicolo cesserà di produrre il capello.

Alcuni studi hanno dimostrato che le cellule che costituiscono la papilla dermica sono abbastanza robuste da sopravvivere a un trapianto da una zona all’altra del cuoio capelluto. Quando queste cellule sono trapiantate nella zona ricevente possono portare alla formazione di nuovi capelli.

I ricercatori sperano quindi, in futuro, di riuscire a rimuovere le cellule della papilla dermica dal cuoio capelluto e utilizzarle per clonare nuovi capelli per un trapianto. Se davvero riuscissero nel loro intento, si disporrebbe di una fonte inesauribile di capelli per eseguire trapianti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.