Rischio maggiore di Alopecia per donne caucasiche con diabete

0
3383
Real alopecia areata in a young girl. A bald head in a person. Diffuse alopecia. Androgenic alopecia. Hair loss. Bald spots on the head. Trichology

L’alopecia areata è un disturbo autoimmune che provoca il danneggiamento dei follicoli piliferi in varie regioni del cuoio capelluto, con conseguente perdita improvvisa di capelli. Generalmente, essa può colpire una specifica area o l’intero corpo, dalla testa ai piedi.

Sebbene si ritenga che essa colpisca in genere uomini e donne di qualsiasi età, è stato stabilito da tempo che le persone con una malattia autoimmune abbiano maggiori probabilità di svilupparne altre. La British Association of Dermatologists riporta anche che, circa il 20 per cento delle persone affette da Alopecia Areata, ha una storia familiare di malattia autoimmune. 

 

Probabilità di sviluppare ulteriori disturbi autoimmuni

Uno studio condotto presso l’Università del Missouri-Kansas City School of Medicine negli Stati Uniti ha scoperto che, uomini e donne affetti da diabete di tipo1, sono più soggetti ad ulteriori malattie autoimmuni. Tra queste, sono comprese le varie forme di Alopecia Areata.

Relativamente allo studio, è stato pubblicato uno studio trasversale sulla rivista Healio tramite il Journal of Diabetes. Lo studio è stato condotto con dati relativi a 158.865 adulti con diabete di tipo1, tratti dal registro pazienti di HealthFacts.

Dei soggetti studiati, dell’età media di 51 anni:

  • Il 52,5% dei partecipanti era di sesso femminile
  • Il 47,5% erano di sesso maschile
  • Il 73,3% dei soggetti era di razza caucasica; il 21,8% africana; il 2,3% ispanica; l’1,7% asiatica e lo 0,9% di origine nativa americana

Gli autori dello studio osservano che nell’intero gruppo di partecipanti sono state identificate più di 30 malattie autoimmuni, tra cui malattie tiroidee, reumatiche sistemiche e autoimmuni gastrointestinali.

 

Le donne caucasiche con diabete di tipo1 sono a maggior rischio

Le donne caucasiche con diabete di tipo1 hanno maggiori possibilità di avere le seguenti condizioni autoimmuni, elencate in ordine di probabilità:

  • sindrome di Sjogren (87%)
  • lupus (82%)
  • forme di alopecia areata( 79%)
  • artrite reumatoide (73%)
  • ipotiroidismo (69%)
  • ipertiroidismo (69%)
  • celiachia (64%)

 

Conclusioni

Come visto, i numeri mostrano una maggiore propensione degli adulti (più donne che uomini) caucasici con diabete di tipo1 (tasso di prevalenza del 26,1%) a soffrire di malattie autoimmuni multiple rispetto ad altri.

Quindi, si è dedotto che le donne, in particolare quelle caucasiche con diabete di tipo1, abbiano maggiori probabilità di ricevere diagnosi di malattie autoimmuni rispetto agli uomini.

Chiunque si accorga di un’improvvisa caduta dei capelli, in particolare della formazione di aree glabre di rapido sviluppo, dovrebbe contattare al più presto uno specialista; se la caduta è estesa anche ad altre parti el corpo, potrebbe trattarsi di un caso di Alopecia Totale o Alopecia Universale.

Previous articleDr. Koray Erdogan
Next articleSanders
Dott. Damiano Tambasco – Chirurgica plastica ed estetica, trapianto di barba e capelli Il Dottor Damiano Tambasco opera nel campo della chirurgia plastica ed estetica nella moderna clinica d’avanguardia GMG ITALIA, Roma. Ha trattato circa 1600 casi di trapianto di capelli con tecnica micro fue e 2100 operazioni di chirurgia estetica. Presso la sua clinica offre una vasta gamma di servizi: - Liposcultura 4d - Interventi chirurgia plastica per viso e corpo - Trapianto di capelli uomo - Trapianto di capelli donna - Trapianto di barba - Metodo DHI - Trattamenti tricologici laser e led Formazione - Formazione con pratica internazionale Tecnica micro fue (USA, Pakistan, UK, Turchia) - 2008 Diploma di Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma con la votazione di 110/110 - 2009 Diploma di Abilitazione Professionale conseguito presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma riportando il massimo dei voti. - 2009 Abilitazione professionale presso l’Albo dei Medici Chirurghi di Salerno - 2009 Vincitore, come primo classificato, del concorso per l’ingresso in Scuola di Specializzazione in Chirurgia Plastica e Ricostruttiva dell’Università Cattolica del S. Cuore di Roma - 2013 Membro dell’Ordine dei Medici Inglese (General Medical Council) – Abilitato alla professione medica in Inghilterra - 2014 Specializzazione in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma con la votazione di 50/50 e lode Metodologia Trapianto FUE Dott. Tambasco - Uso bisturi con lame in zaffiro - Sapphire FUE (poca invasività, cicatrici e segni ridotti, recupero del paziente più veloce, meno sanguinamento) - Specialità Micro fue (altissima precisione) - Work-team medico altamente specializzato - Assistenza al paziente completa pre e post- chirurgia - Uso Implanter pen - Cura dell’aspetto psicologico del paziente - Discussione pre-operatoria dettagliata e mirata all’oggettività e naturalezza dei risultati • Oltre Roma, possibilità di visita anche nelle sedi di Milano e Napoli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here