Trapianto di capelli di Antonio Conte | Svelato il mistero

4
970
trapianto antonio conte

Il trapianto di capelli di Antonio Conte fa parte degli argomenti che hanno sollevato grande clamore nel panorama televisivo italiano. Le informazioni che sono giunte sono state spesso falsità, mezze notizie o sfottò gratuiti.

Antonio conte è partito da una situazione poco invidiabile dal punto di vista tricologico per poi ottenere un risultato straordinario dopo qualche trapianto eseguito in Italia e una chirurgia estera.

 

Antonio Conte, il trapianto di capelli non è un mistero.

Classe 1969, è uno dei più giovani allenatori di calcio italiani. Giunto alla ribalta come calciatore, è stato poi scelto come commissario tecnico della Nazionale.

Il suo caso è stato lungamente discusso non tanto perché non si comprenda quale strategia abbia adottato, è chiaro che si tratti di un trapianto di capelli, quanto perché vi sono pareri e notizie discordanti riguardo ai chirurghi cui sembra si sia affidato.

Osservando vecchie foto di Antonio Conte, si nota un diradamento nella zona frontale dello scalpo e nel mid scalp. La densità sembra altalenante e in molti ipotizzano che utilizzi da anni farmaci contro la calvizie.

È però opportuno ricordare che, fino al 2009, le rigide regole anti-doping impedivano l’assunzione di Finasteride, in quanto si riteneva che il farmaco potesse coprire eventuali tracce di prodotti dopanti. In seguito, con l’affinarsi delle tecniche di controllo, anche agli sportivi fu concessa la possibilità di seguire terapie farmacologiche contro l’alopecia androgenetica.

 

Le indiscrezioni su Antonio: potete leggere sul Forum Bellicapelli.

Diversi siti riportano che, dopo due trapianti poco soddisfacenti realizzati da un chirurgo italiano, che hanno lasciato esiti cicatriziali non ottimi, Conte sia volato oltreoceano per un ultimo intervento.

Su Bellicapelli, noto forum specializzato nel settore, si afferma che il mister si sia rivolto al chirurgo canadese Victor Hasson. Al momento del trapianto in Canada, nel 2007, sembra che il crown basso fosse intatto. Questo significa più area donatrice e meno superficie da coprire.

Le graft sono state innestate nel front e nel mid scalp. I plugs dei trapianti eseguiti in Italia sono ben camuffati e contribuiscono ad aumentare la densità. Antonio Conte mantiene i capelli alla lunghezza attuale poiché questo è il suo sweet point, cioè la lunghezza migliore per nascondere le cicatrici FUT e per sfruttare al meglio il risultato delle chirurgie.
Sembra anche che, prima di rivolgersi al Dott. Hasson, si sia affidato a un tatuatore per camuffare le cicatrici, senza successo.

Su Bellicapelli si legge che l’allenatore della Nazionale è rimasto però così soddisfatto della sua esperienza con il Dott. Hasson, che sta mandando dal chirurgo molti amici, tra cui il suo parrucchiere di fiducia.

Non ha mai fatto mistero della propria situazione tanto che, quando un giornalista del programma televisivo “Le Iene” lo hanno intervistato, ha risposto: “Il look, soprattutto per un calciatore, è importante. Oggi viviamo nella società dell’immagine e non tenerne conto è un grave errore, a mio parere. Vede, io sono stato mezzo pelato, tutto pelato e adesso ho i miei capelli nuovi con i quali convivo bene, anzi benissimo”.

 

Il video di Antonio Conte con i capelli bagnati al secondo 23

4 Commenti

  1. Buongiorno volevo sapere nel caso uno avesse un po’ di soldi da spendere qual è quale sarebbe il miglior chirurgo per un trapianto di capelli ho visto che ce ne sono in Canada Mr Wong in Belgio anche in Austria attendono risposte cordialmente saluti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.