Tricopigmentazione Permanente | Temporanea? Quale scegliere?

14
2251
tricopigmentazione permanente

Quali potrebbero essere i limiti della tricopigmentazione permanente e di quella temporanea quando i capelli diventano bianchi?
Questa è una domanda che potrebbe sorgere in caso si volesse scegliere tra una tricopigmentazione permanente o temporanea.

 

Molto spesso ci viene chiesto cosa potrebbe succedere in caso si avesse fatto una tricopigmentazione e passando gli anni i capelli diventano bianchi.

 

Possiamo analizzare due tipi di scenari:

a) Tricopigmentazione Permanente: Una soluzione nata per perdurare nel tempo.
b) Tricopigmentazione Temporanea: Una soluzione nata per avere una durata limitata nel tempo.

 

Tricopigmentazione permanente, scomparsa blanda, alto costo iniziale, bassa manutenzione.

La Tricopigmentazione Permanente promette di essere non reversibile. Nella tricopigmentazione permanente vengono utilizzati dei pigmenti con una dimensione delle particelle mediamente superiore ai 25micron in modo tale che non possano essere attaccati dall’organismo.

La Tricopigmentazione Permanente ha il vantaggio di

“non dover essere ribattuta se non ad intervalli superiori rispetto alla tricopigmentazione temporanea (è necessario un ritocco ogni qualche anno)”.

Gli svantaggi di questa tecnica sono meccanici. La Tricopigmentazione Permanente Non va più via se non con il laser.

In questo caso ricordiamo che dovrà essere ribattuta per essere sempre al massimo del suo splendore ogni qualche anno ma non potrà essere eliminata se non con il laser q-switched. Nella tricopigmentazione permanente, ovviamente, non è contemplata l’ipotesi di modifica al rialzo dell’attaccatura o del cambio di colore.

 

Tricopigmentazione temporanea, scomparsa totale e progressiva, costo iniziale contenuto, media manutenzione.

La Tricopigmentazione Temporanea promette di essere reversibile.

Vengono utilizzati dei pigmenti con una dimensione delle particelle inferiore a 15micron in modo tale che

queste possano essere espulse dall’organismo tramite il processo di fagocitosi.

Ha il vantaggio di mantenere una certa libertà di scelta (si potrebbe richiedere una serie di trattamenti e poi farla scomparire) e di garantire che nel giro di qualche anno la tricopigmentazione possa seguire i cambiamenti fisiologici di ogni individuo. In questo caso l’incanutimento risulta essere una variabile meno problematica perché se i capelli dovessero diventare tutti bianchi basterebbe attendere la scomparsa della tricopigmentazione temporanea.

Gli svantaggi di questa tecnica sono logistici ed economici.

Non tutti sono disposti o propensi a dover fare uno o due mantenimenti all’anno e a programmare una spesa che varia dalle 250,00€ alle 1.000,00€ annue a seconda dell’operatore scelto e alla zona da trattare.

 

Tricopigmentazione e capelli bianchi, in caso di tricopigmentazione permanente e temporanea.

Con la Tricopigmentazione permanente, nel caso i capelli diventassero bianchi si dovrebbe ricorrere al laser o ad una tinta sistematica dei propri capelli parietali ed occipitali. Con la tricopigmentazione temporanea non bisognerà ricorrere al laser ma attendere il naturale processo di sbiadimento del trattamento.

 

E’ quindi meglio una tricopigmentazione permanente o temporanea?

Economicamente possiamo dire che la tricopigmentazione permanente risulta essere più economica rispetto a quella temporanea se si analizza un orizzonte temporale medio-lungo, più costosa in fase iniziale. La Tricopigmentazione temporanea è, almeno all’inizio, mediamente più economica della permanente.

Non possiamo darvi però una risposta secca e ogni utente dovrà valutare attentamente quale delle due tecniche adottare per praticità, economicità, resa estetica e lungimiranza.

 

Qui di seguito altre fotografie di Tricopigmentazione Temporanea offerte da Beauty Medical.

In questo caso è stato sconsigliato al cliente un ulteriore manteniment,

per far si che inizi a sbiadire abbracciando così il livello d’incanutimento fisiologico.

tricopigmentazione permanente o temporanea
tricopigmentazione permanente o temporanea
tricopigmentazione permanente o temporanea
tricopigmentazione permanente o temporanea

Per maggiori informazioni sulla tricopigmentazione potete visionare la sezione del forum bellicapelli all’indirizzo: http://bellicapelli.forumfree.it/?f=6190923

14 COMMENTS

    • Ciao,

      se scrivi su google tricopigmentazione permanente trovi sicuramente qualche informazione valida essendo tutti risultati organici. Prova anche a chiedere sul forum bellicapelli in modo tale che l’utenza possa aiutarti.

    • Buon giorno Giorgio,

      i prezzi sono molto variabili.
      Dalle 1.500,00€ alle 4.000,00€ dipendentemente dall’operatore che si sceglie.
      Sul forum Bellicapelli troverà sicuramente qualcosa in più a riguardo.

      Grazie per il suo commento.

  1. Io personalmente non farei mai una tricopigmentazione permanente da subito, almeno la prima la farei temporanea per vedere come viene e se mi piace. Non capisco questa smania adesso di farsi fare una tricopigmentazione permanente. Mah.

  2. Concordo anch’io… zero trico permanente almeno all’inizio, e se poi non ti piace cosa fai? Ho letto su bellicapelli che non è che sia così facile farla andare via con il laser, che rischi di creare danni ai capelli e che non è garantito che il laser possa cancellarla. Un po’ un’incognita…

  3. Una domanda scusatemi…io ho fatto gia’ 18 giorni fa un intervento di tricopigmentazione permanente,6 giorni fa ho eseguito una correzione hair line soprattutto negli angoli alti dove interseca con i capelli laterali ma ho fatto l’errore di passare il giorno dopo la lametta piu volte sulla zona trattata seppur piccola il giorno prima!!e ora mi trovo in quei piccoli punti rossore lieve e un filo di fastidio al tatto che nn vanno via ormai da 5 giorni e sembrano non sbiadirsi..sembrano capillari interni rotti o irritazione abbastanza importante!!che mi potete dire?quanto ci puo’ volere x far sparire sto rossore piu’ o meno??grazie attendo risposta!!

  4. Vorrei sapere dal momento che io sono abituato a scurire un po’ i pochissimi capelli parietali rimasti perche’ ormai bianchi, (mentre nel back sono ancora pochissimi ma scuri) se volessi fare una tricopigmentazione castano su tutto il capo compreso parietali, c’e’ un modo/prodotto adatto per scurire poi i residui capelli parietali gia’ rasati che al momento risulterebbero pero’ troppo bianchi? (diciamo che anche facendo la trico con effetto rasato totale non sopporterei l’idea di avere i lati della testa troppo bianchi)

    • Buon giorno Jackall, ci sono diversi prodotti in commercio per scurire i parietali bianchi. Il problema è che dovrebbe eseguire questa operazione ogni 2-3 giorni dipendentemente dalla densità superiore, dal livello di copertura ricercato e riproducibile. Ogni situazione del genere deve essere valutata dal tecnico che la seguirà, senta più pareri e si affidi alle persone che le ispirano più fiducia. Purtroppo il mercato della tricopigmentazione non è regolamentato ed è facile trovare operatori poco preparati.

  5. Infatti… a proposito dell’ultimo messaggio, io sono stato fregato da un certo Massimigliano a Bologna dipingendomi le cicatrici di blu, appellandomi il fatto che solo sulla mia pelle(olivastra come la maggior parte del mediterraneo) era soggetta a questo strano risultato. Dopo però gli ho parlato di un altro suo ex cliente che aveva una testa tatuata di blu, incontrato per caso perché lui lavorava come infermiere in una clinica dov’è io mi ero sottoposto ad un intervento al naso , lui è di carnagione bianchissima , l’opposto di me, e sapete cosa mi ha risposto…?: siamo gli unici vasi al mondo e abbiamo problemi di pelle.. noi!?!?!😂😂😂😳

  6. Ciao ma a seconda del tricopigmentatore ci sono pareri discordanti.Alcuni consigliano in caso di capelli bianchi di estendere la trico nei parietali e nella nuca per uniformare il tutto…altri che non è fattibile…ma la verità dove sta’?

    • Ciao,

      estendere la tricopigmentazione nei parietali potrebbe essere una buona idea ma dipende dal caso specifico. Ognuno di noi è diverso. Ipotizzare e consigliare una determinata strategia è compito del tecnico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here