Tricotillomania – Strapparsi i capelli

0
1408

Tricotillomania è una patologia dove la persona affetta continua a tirarsi i capelli fino a che si strappano.

Il continuo gesto di tirarsi e strapparsi i capelli, se prolungato per un lungo periodo, può portare alla perdita permanente dei capelli dopo i continui traumi.

La patologia può prendere in considerazione la trazione di peli in tutto il corpo e non è quindi limitata alla testa.

Solitamente le persone soggette a Tricotillomania si strappano:

  • i capelli,
  • i peli in faccia,
  • le sopracciglia,
  • i peli pubici,
  • quelli degli avambracci,
  • i peli del petto e
  • addirittura i peli dei piedi.

 

Perché le persone soggette a Tricotillomania si tirano i capelli?

E’ importnante riconoscere che una persona soggetta non è pazza, non è instabile e non può considerarsi una persona violenta e pericolosa socialmente. Il gesto di strapparsi i capelli è vissuto inconsciamente come una liberazione dall’ansia e dalla sofferenza.

Alcune persone esasperano questo tipo di gesto quando sono sommerse da sensazioni estremizzate di noia, frustrazione e tristezza.

Esistono relazioni profonde tra la tricotillomania e la percezione che alcune persone hanno di alcune componenti fisiologiche o di cambiamenti del proprio corpo.
Il fatto che i capelli stiano incominciando a diventare bianchi e si vorrebbero tenere sempre in ordine potrebbe essere una causa scatenante in un soggetto già predisposto a questo tipo di patologia. Molto spesso la Tricotillomania si verifica (soprattutto tra i giovani e le donne) quando si risulta essere ossessionati dalla forma delle proprie sopracciglia.

Si strappano le sopracciglia così tante volte che si verifica una perdita della potenza vitale del bulbo pilifero con conseguente assottigliamento del pelo.

In alcuni casi queste persone semplicemente provano un senso di piacere nel tirarsi o strapparsi i capelli oppure si rilassano in momenti difficili come in situazioni di ansietà derivanti da una situazione lavorativa instabile o da un periodo di studio molto prolungato e stressante.

Queste persone spesso non sono coscienti di cosa gli sta succedendo e rimangono in questo stadio fino a che non si accorgono da soli che stanno perdendo tutti i peli/capelli o fino a che qualcuno non glielo dice.

Alcune persone soggette a Tricotillomania sono pienamente consapevoli della loro patologia ma non hanno le capacità di fermarsi da sole, l’aiuto di uno specialista in questi casi è d’obbligo e non sempre risolutivo.

 

Quali sono i sintomi?

Come spiega l’American Psychiatric Association per considerare una persona come soggetta a tricotillomania, questa deve presentare i seguenti disturbi:

– Una voglia compulsiva di tirarsi i capelli,
– Tutte le volte che una persona si strappa i capelli deve provare piacere,
– Il tirarsi i capelli non deve essere sintomo di un’altra sindrome o disordine,
– La persona sta vivendo una decrescita lavorativa e/o sociale.

 

Come si può trattare?

Solitamente la tricotillomania viene trattata da un punto di vista psicologico e comportamentale. Prima di tutto si ricercherà la causa di questa reazione in modo tale da estirpare il problema alla radice e poi lavorare sul come “lo si vive”.

Fondamentale nel lavoro psicologico è far si che il paziente possa essere consapevole di quello che sta facendo e del perché compie questo gesto. La Tricotillomania compare a qualsiasi età e può essere sempre curata. Più la Tricotillomania viene trascurata e più sarà difficile da curare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.